Per la rigenerazione urbana al Sud 1,13 miliardi del PNRR

8 ottobre 2021

Si chiama 'PinQua', acronimo di Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare, e contiene 159 progetti di rigenerazione urbana e di edilizia residenziale pubblica presentate da Regioni, Comuni e Città Metropolitane per un valore complessivo di 2,82 miliardi di euro. Di questi, il 40%, ossia 1,13 miliardi, saranno destinati al Sud.

È questo il contenuto di un decreto firmato dal Ministro per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibile Enrico Giovannini e finanziato dal PNRR.

Gli interventi previsti sono finalizzati a ridurre il disagio abitativo aumentando il patrimonio di edilizia residenziale pubblica, a rigenerare il tessuto socioeconomico dei centri urbani, a migliorare l’accessibilità, la funzionalità e la sicurezza di spazi e luoghi degradati, spesso localizzati nelle periferie.

I progetti ammessi al finanziamento dovranno essere realizzati e resi fruibili entro il 31 marzo 2026, quindi gli enti selezionati dovranno trasmettere entro 30 giorni al Ministero un cronoprogramma che garantisca il rispetto di questa scadenza. Se non lo faranno, saranno esclusi a vantaggio di chi è rimasto indietro in graduatoria.

Tra i 159 interventi, 8 sono considerati 'progetti pilota' ad alto rendimento. Tre di questi sono collocati al Sud:

  • Città Metropolitana di Messina, 99.607.907,24 € (è il progetto che ha ricevuto il punteggio maggiore e consiste nel risanamento di aree periferiche attraverso la demolizione di vecchie abitazioni e la riqualificazione del patrimonio destinato all’edilizia residenziale sociale, il recupero e la rigenerazione di spazi e immobili, soprattutto nelle aree ad alta densità abitativa, per migliorare la qualità ambientale e la resilienza ai cambiamenti climatici);
  • Comune di Bari, 100.000.000 € (è il finanziamento più consistente dell'intero Programma e riguarda la riorganizzazione dell'area in prossimità della stazione ferroviaria centrale come cerniera di congiunzione tra il centro storico e l'area urbana moderna);
  • Comune di Lamezia Terme, 98.887.005 € (punta a contrastare il fenomeno dello spopolamento di alcuni quartieri, recuperando abitazioni da mettere a disposizione delle famiglie in difficoltà e migliorando la fruibilità di spazi e servizi sociali).

Le altre proposte ammesse al finanziamento e situate nelle regioni meridionali sono state avanzate da:

  • Comune di Caserta, 14.525.359,85 €;
  • Comune di Foggia, 15.000.000 €;
  • Regione Abruzzo, 15.000.000 €;
  • Regione Sicilia, 12.392.367,94 €;
  • Comune di Reggio Calabria, 15.000.000 €;
  • Regione Molise, 15.000.000 €;
  • Comune di Sassari, 14.784.846,98 €;
  • Comune di Potenza, 15.000.000 €;
  • Comune di Trani, 15.000.000 €;
  • Comune di Trani, 15.000.000 €;
  • Regione Abruzzo, 15.000.000 €;
  • Regione Abruzzo, 15.000.000 €;
  • Città Metropolitana di Bari, 14.993.947 €;
  • Regione Campania, 15.000.000 €;
  • Città Metropolitana di Bari, 14.939.922,54;
  • Comune di Gela, 14.996.205,63 €;
  • Regione Puglia, 15.000.000 €;
  • Città Metropolitana di Bari, 14.983.142,98 €;
  • Regione Molise, 15.000.000 €;
  • Comune di Taranto, 15.000.000 €;
  • Regione Campania, 15.000.000 €;
  • Regione Campania, 15.000.000 €;
  • Regione Molise, 15.000.000 €;
  • Comune di Gela, 14.996.193,58 €;
  • Comune di Campobasso, 15.000.000 €;
  • Comune di Brindisi, 14.559.600 €;
  • Comune di Reggio Calabria, 14.998.599,50 €;
  • Comune di Reggio Calabria, 14.998.599,50 €;
  • Comune di Trapani, 15.000.000 €;
  • Comune di Olbia, 12.400.000 €;
  • Comune di Castellammare di Stabia, 15.000.000 €;
  • Comune di Trapani, 15.000.000 €;
  • Comune di L'Aquila, 6.590.000 €;
  • Comune di Taranto, 15.000.000 €;
  • Comune di Bari, 15.000.000 €;
  • Regione Puglia, 15.000.000 €;
  • Comune di Benevento, 14.407.686,96 €;
  • Comune di Altamura, 13.637.011 €;
  • Comune di Afragola, 15.000.000 €;
  • Comune di Lecce, 15.000.000 €;
  • Comune di Altamura, 11.379.673,77 €;
  • Comune di Altamura, 14.658.757,06 €;
  • Comune di Andria, 15.000.000 €;
  • Comune di Corigliano-Rossano, 14.987.240,49;
  • Comune di Bari, 15.000.000 €;
  • Comune di Messina, 14.752.272,75 €;
  • Comune di Catania, 14.642.152,04 €;
  • Comune di Chieti, 15.000.000 €;
  • Comune di Andria, 15.000.000 €;
  • Comune di Napoli, 15.000.000 €;
  • Comune di Napoli, 15.000.000 €;
  • Comune di Andria, 15.000.000 €;
  • Comune di Oristano, 15.000.000 €;
  • Comune di Messina, 14.234.601,30 €;
  • Comune di Corigliano-Rossano, 14.566.337,07;
  • Comune di Quartu Sant'Elena, 14.334.341,92 €;
  • Comune di Corigliano-Rossano, 14.733.208 €.

*L'elenco esemplificativo e provvisorio è tratto dalle graduatorie dei 'progetti pilota' e degli altri progetti, pubblicate sul sito internet del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, alle quali fare riferimento per le informazioni ufficiali.

Pnrr
Torna all'inizio del contenuto